CORSI

I corsi di scherma storica svolti all’interno della Scuola d’Arme Fiore dei Liberi propongono di insegnare esattamente quanto tramandato dai Maestri d’arme di un tempo, con esercizi e combattimenti eseguiti utilizzando riproduzioni in acciaio di armi storiche in uso nel periodo di riferimento, oppure tramite simulacri con differenti materiali, come avveniva anche coerentemente in passato.

Per il primo anno di pratica l’Associazione può mettere a disposizione degli allievi, il tutto senza impegno, una parte del materiale offensivo e difensivo necessario per partecipare attivamente ai corsi, esonerando il neofita dalla necessità di acquistare il materiale richiesto, permettendogli così di affrontare con più tranquillità il suo percorso di crescita. Se da parte nostra c’è tutta la volontà di aiutare coloro che si affiacciano alla nostra attività, in cambio noi chiediamo ai nostri allievi di impegnarsi nella pratica e di seguire con assidua regolarità le attività svolte durante i corsi, in quanto la nostra antica disciplina richiede un addestramento costante e prolungato negli anni per raggiungere i primi risultati gratificanti. Gratificanti non solo per chi pratica ma anche per chi insegna.

I corsi di Scherma storica sono tenuti da insegnanti certificati dagli Enti sportivi UISP e CSEN ed hanno regolare periodicità settimanale, oppure possono svolgersi in incontri intensivi di una giornata intera al mese, a seconda delle disponibilità logistiche e della posizione geografica della Sala.

È nostra consuetudine aprire le lezioni con un allenamento prettamente sportivo tramite esercizi di riscaldamento e di potenziamento muscolare abbinata ad una fase di preparazione atletica avente la finalità di sviluppare nel corpo la necessaria “memoria muscolare“. Questo perché noi crediamo fortemente nel detto:“La ripetizione è la madre di tutte le abilità“.

Per questa ragione è estremamente necessario specificare che quanto praticato durante i nostri corsi di scherma medievale non ha alcuna finalità teatrale. Il metodo didattico da noi impartito ha come fine che il colpo venga portato con l’intento di andare realmente a segno, scevro, quindi, da quell’approccio già precedentemente programmato caratteristico della scherma da spettacolo, mantenendo tuttavia inalterata la propria incolumità. Questo, secondo l’antico principio di “colpire senza essere colpiti“.

La sicurezza per noi è un aspetto importante che va a pari passo ad un approccio realistico del combattimento. Ma cosa si può veramente intendere con “realismo” nel XXI° secolo quando si tratta di prendere in mano una spada? La finalità antica di impugnare le armi per difendere la propria vita e il proprio onore è venuta fortunatamente meno; non troverete strumenti affilati e/o con punta acuminata nelle nostre Sale, anche perché siamo consapevoli della normativa vigente in merito all’uso delle armi bianche intese come strumenti sportivi. L’impossibilità di vedersi privati della propria vita si abbina automaticamente alla mancanza di paura nel combattere, soprattutto grazie all’uso indispensabile di protezioni idonee. Questo aspetto, che può sembrare quasi ininfluente, è invece di grande importanza, tanto da stravolgere il corretto approccio se non inquadrato nella giusta ottica. Per realismo nel modo di gestire un Assalto libero noi intendiamo l’onestà intellettuale di comportarsi come se l’arma avversaria fosse affilata sul serio.

Quindi, se da una parte l’agire irrazionalmente non trova il suo spazio nella nostra disciplina (oltre ad essere contro-producente in primis per chi non è in grado di mantenere il giusto controllo) allo stesso tempo deve essere chiaro che la nostra attività è a tutti gli effetti un’Arte Marziale. Il nostro obbiettivo è quello di mantenere sempre al minimo ogni probabilità di rischio, ma deve essere chiaro che sussiste la possibilità che qualche ematoma lo si porterà a casa. Perciò, nulla sostituisce il buon senso e l’intelligenza di chi pratica, e il rispetto per l’arma che si tiene in mano. Durante ciascun Anno Accademico vengono svolti almeno due Campus didattici su quanto affrontato durante il periodo di studio. Questi incontri possono essere indirizzati per integrare la didattica svolta nei corsi base, oppure per allargare le vedute con stili ed armi sì differenti ma comunque affini.

ISCRIVITI alla nostra newsletter!